Shadowhunters Le origini Il Principe, le opinioni della rete

La rete parla, riflette e legge, legge tantissimo!

La rete racconta, e quello che ci ha raccontato di Shadowhunters Le Origini Il principe è sostanzialmente questo: Cassandra Clare è un’autrice fantastica, ha uno stile coinvolgente ma anche semplice, riesce ad arricchire i personaggi anche dopo centinaia di pagine e a stupirci sempre. E poi la rete ci ha anche detto che questo libro vi è piaciuto davvero molto, come il resto della serie, vi ha commosso e stupito e vi è sembrato di essere a volte Will, a volte Tess, altre Jem.

Su The Book Nerd, ad esempio, si parla del realismo con cui l’autrice parla al lettore:

Romanticismo, passione, azione, avventura, ironia ma anche dramma: Cassie Clare riesce come sempre a creare un mondo così complesso, dei personaggi così realistici che non importa si stia parlando di demoni e Shadowhunters, perchè nel momento in cui si legge si è pronti a giurare che sia tutto vero.

Continua a leggere

Hunger Games, dai libri al cinema

Maggio sarà un mese ricco di novità, per gli amanti di Hunger Games: il primo del mese, infatti, è prevista l’uscita del film diretto da Gary Ross e il 15 maggio verrà pubblicato il terzo e ultimo libro della trilogia di Suzanne Collins, che negli Stati Uniti ha già venduto 36 milioni di copie.

La storia, come sapete, racconta della nazione di Panem, ossia quel che resta del Nord America dopo una serie di disastri naturali, e del sorteggio di due adolescenti per ognuno dei dodici distretti che compongono il regno: i ventiquattro ragazzi si scontrano tra di loro in una lotta mortale che, grazie alla trasmissione televisiva dell’evento, ha lo scopo di divertire il pubblico e, politicamente, di ricordare al popolo il potere superiore di Capitol City, città principale di Panem. Nessuno può rifiutarne la visione.

La protagonista, Katniss Everdeen, si offre volontaria al posto della sorella, sorteggiata per il distretto, per combattere: ma il fato vorrà che il secondo prescelto sia proprio Peeta Mellark, che diverrà amico carissimo della ragazza. Se è vero che la settentaquattresima edizione dei giochi si deve svolgere in modo regolare, allora è anche vero che i due protagonisti sono chiamati a combattere contro gli altri ventidue adolescenti con la promessa che, per almeno uno dei due, lo scontro sarà fatale. Un macabro reality show che non mancherà di colpi di scena entusiasmanti.

I libri, tradotti e venduti in quasi 40 paesi nel mondo, sono stati così amati da pubblico e critica che il passaggio al grande schermo è stato immediato. A tal proposito, guardiamo quello che ci aspetta:

In questi mesi anche la stampa ha parlato moltissimo di Hunger Games: a marzo di quest’anno diverse notizie Ansa riportano del record d’incassi annunciato, che in America ha aperto le danze con 150 milioni di euro in poche settimane, e, nell’edizione del 12 marzo, anche il Corriere della Sera ricorda che “i libri della Collins sono entrati nelle scuole, trascendono una materia infantile o adolescenzale e stimolano analisi sociali, politiche, umanitarie, prendendo le distanze dai videogiochi guerrafondai”.

Il 24 marzo Il Giornale parla di 19 milioni e 700 mila dollari di incasso solo nel primo week end di apertura, e a gennaio Il Manifesto dice che “Katniss Everdeen ha solo diciassette anni ma, nel “catastrofico” 2012, è l’eroina su cui mi sentire di puntare”, facendo riferimento alle caratteristiche rivoluzionarie della protagonista.

Insomma, le rassegne stampa ci stuzzicano, l’uscita del film è ormai alle porte e anche il terzo libro sta per arrivare!

 

 

Grazie a Livia per averci segnalato alcune importanti informazioni che abbiamo subito integrato!