Perdersi per amore si può. Ce lo racconta Donatella Perullo

Lunedì 22 ottobre abbiamo lanciato un contest su Facebook legato a Shadowhunters – Città delle anime perdute, quinto volume della serie che ha reso Cassandra Clare una delle autrici urban fantasy più amate al mondo.

Lilith, la madre di tutti i demoni, è stata finalmente distrutta, ma quando i cacciatori sono sul punto di liberare Jace, Clary scopre che lui non è più la persona di cui si era innamorata.

Abbiamo chiesto alle lettrici: vi è mai capitato di non riuscire più a riconoscere la persona amata? Come avete reagito? Pubblichiamo con entusiasmo la risposta di Donatella Perullo, vincitrice del contest:

Amiamo amandoci. Eppure proprio per amore c’è chi si può perdere, dimenticando se stessi. È possibile trascurare la propria individualità per rincorrere l’affetto e la ricerca di tenerezza in una vita di coppia. Si finisce col mettere in primo piano le esigenze dell’altro, i suoi desideri, le sue priorità tralasciando le proprie e perdendo il rispetto per i propri sogni. Due sono le vie: lasciarsi andare e annullarsi per vivere nell’ombra di un amore frustrante o riprendere in mano le redini del proprio modo d’essere e guardarsi finalmente allo specchio senza più chiedersi chi sia quell’estraneo che ci fissa… Io ho scelto la seconda via. Ho scelto di riconoscermi.

Siete d’accordo? Potete leggere tutti i commenti direttamente nella nota del contest, al link: Vi è mai capitato di non riconoscere più la persona amata? Il commento più bello sul blog di Chrysalide!

Volevate rispondere e non avete fatto in tempo? Fatelo ora!

Un pensiero su “Perdersi per amore si può. Ce lo racconta Donatella Perullo

  1. WOOOOWWWW DONATELLA!!! QUANTA SAGGEZZA NELLE TUE PAROLE..UN VERO MANIFESTO DELLA VITTORIA DELLA PROPRIA INDIVIDUALITA’….SOLO COSI’ SI PUO’ AMARE IL PROSSIMO COME SE STESSI…
    BEI PENSIERI….SCRITTI BENISSIMO !!!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>