Fateful, Titanic e i licantropi sul grande schermo

Non solo James Cameron ha realizzato un colossal indimenticabile basato sulla tragedia del Titanic: filmati, ricostruzioni, film e anche una fiction di Raiuno, “Titanic. Nascita di una leggenda”, cominciata proprio ieri sera e già venduta all’estero in molti paesi. Ma solo Fateful ci racconta la storia del transatlantico aggiungendo i licantropi alla sua traversata!

Il film del 1997, invece, ripropone fedelmente quanto la storia ci ha raccontato sul viaggio inaugurale più triste e sfortunato che la memoria ricordi: dalle riprese effettuate sul reale relitto ai modellini in scala usati per ricreare l’ambientazione, il film vinse 11 premi Oscar e ebbe un tale successo da detenere ancor oggi il primato di film più costoso mai realizzato. Soltanto l’uscita di Avatar lo ha reso secondo nella classifica mondiale di incassi. Il successo di Titanic, insomma, è stato talmente importante che, non appena la tecnologia lo ha permesso, è stata realizzata la versione in tridimensione (in Italia al cinema dal 6 aprile): un successo nel successo, vista la grandiosa affluenza nelle sale e gli incassi già realizzati.

Come ben sapete in Fateful non si parla solo di navi e iceberg, ma sono i licantropi, i veri protagonisti: è la storia di Tess, cameriera personale di una famiglia benestante, e Alec, un uomo che di notte nasconde un segreto angosciante. Questi lupi mannari, figura mitologica che da sempre popola libri e grande schermo, sono stati anche i protagonisti assoluti della serie di Underworld. Lì la sanguinosa guerra tra licantropi e vampiri avveniva all’oscuro degli umani, in Fateful l’autrice Claudia Gray parla addirittura di lupi mannari che si fanno guerra a vicenda, in qualche modo.

Anche in Cappuccetto Rosso Sangue avevamo trovato i sentimenti legati alle favole e ai lupi, sempre in chiave drammatica: nel film i riferimenti alla fiaba originale sono diversi e si intersecano alla storia di un villaggio in preda al panico, i sacrifici umani offerti al lupo mannaro che vive nella foresta più vicina e i sentimenti tra i due protagonisti.

Arriviamo all’ultimo suggerimento cinematografico di genere: Ghost Ship è ispirato alla vera storia della sparizione del transatlantico Doria e narra del rinvenimento della nave con quarantanni di ritardo. Sono gli spiriti ad averla occupata, le anime dei viaggiatori che mezzo secolo prima erano stati i protagonisti di un delitto che sono ormai pronti a rivendicare.

Mistero e storia, quale miglior connubio. E ora leggete Fateful e poi andate al cinema, chissà che non riusciate a vedere qualche licantropo sullo sfondo del Titanic!

 

Source Image : http://www.bestmovie.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>